Homepage
Attività
La Biblioteca
La Mediateca
L'archivio Storico
Centro Aleni
Civiltà del Ferro
Centro San Martino
Pubblicazioni
Associazione Amici
 
fondo
giuseppe gandellini

 


In occasione della Mostra sul dialetto bresciano dal 16 al 30 giungo 2003 fu possibile ascoltare alcuni dei migliori versi di Angelo Canossi, recitati dal poeta stesso, incisi su CD da G. Gandellini.
Giuseppe Gandellinì (Brandico, Brescia, 1889 - Brescia ?), radiotecnico.
Il fondo, donato dagli eredi dell'intestatario, è costituito da circa 1.300 audiocassette, Con registrazioni di voci, canti, suoni che documentano oltre quarant'anni di storia bresciana, nazionale e internazionale. In esse sono registrate conferenze, concerti di bande, letture di poesie, prediche, discorsi, musiche, cronache, memorie, racconti e ricordi di protagonisti di eventi storici o fatti di costume a partire dal 1939. Sono così registrate, fra le altre, le voci di Benito Mussolini, del poeta Angelo Canossi, di soldati italiani feriti e reduci dalla battaglia sul Don, di padre Giulio Bevilacqua, di Alcide De Gasperi, di Pietro Nenni, di Sandro Pertini, di Dario Fo e di Gina Lollobrigida e di numerosi bresciani, fra ì quali Mino Martinazzoli e il giornalista Bruno Marini. Vi sono inoltre testimonianze sulle elezioni di cinque pontefici (da Pio xn a Giovanni Paolo n), sulla tragedia del Biafra, sull'attività dei "ragazzi del '99", ecc.
Il fondo è consultabile attraverso il catalogo a libro disponibile in sala di consultazione. [R.Zilioli Faden]
   
Le audiocassette restaurate del fondo Gandellini, vennero presentate in Fondazione il 18 marzo 2011.

Elenco della fonoteca Gandellini>>
(in preparazione)

Elenco della mediateca Gandellini>>
La Fondazione Civiltà Bresciana ha acquisito negli anni ‘90 la registrazione di 4.000 ore in 1506 musicassette, il Museo Fonico di Giuseppe Gandellini comprendente registrazioni dal 20 maggio 1939 al 20 maggio 1984, (45 anni di storia bresciana) che comprende registrazioni:
-dalle uniche dizioni del poeta Angelo Canossi pochi mesi prima della morte;
-ai concerti di campane tolti dalle chiese negli anni 1943/1944 per ragioni belliche
     fino alle prediche e discorsi:
-del Cardinale Montini;

-dei vescovi di Brescia;
-dei Padri Giulio Bevilacqua e Ottorino Marcolini;
-di Don Primo Mazzolari;
-del prof Bruno Boni;
-dei più diversi deputati e amministratori bresciani;
     inoltre di:
-raduni nazionali di arma;
-inaugurazione di monumenti;
-manifestazioni dei villaggi Badia Prealpino, ecc;
-registrazione di cori della città e della provincia;
-inaugurazione di Chiese, Oratori Scuole e opere pubbliche;
-concerti di bande musicali e di corali;
-convegni di studio;
-conferimenti di premi;
-feste popolari;
-discorsi funebri;
-commemorazioni varie.