Home

Chi Siamo

2018

Anni Precedenti

Galleria Fotografica

Pubblicazioni

Centro San Martino per la storia dell'agricoltura e del paesaggio
La Fondazione Civiltà; Bresciana, nell'ambito delle sue attività rivolte alla scoperta, alla valorizzazione e alla diffusione del patrimonio culturale, sedimentato nelle diverse manifestazioni della vita spirituale e materiale del popolo bresciano, ha ritenuto opportuno attribuire una particolare attenzione alle vicende storiche e all'evoluzione di una attività economica che ha caratterizzato da sempre e ancor oggi ha un peso rilevante nella vita non solo materiale della società bresciana ma anche nelle sue espressioni sociali, culturali, letterarie, artistiche che da essa derivano modelli e ispirazioni: è questa l'attività agricola.

Infatti se l'agricoltura nelle sue manifestazioni di attività produttiva e nell'evoluzione dei suoi sistemi di produzione ha determinato forme di stratificazione sociale, rapporti di lavoro, modi di distribuzione della ricchezza, forme di cooperazione e assistenza su cui si è costituita la vita materiale degli uomini, i modi di alimentazione, di vestire, di abitare, di divertirsi, l'agricoltura, quale forma di sfruttamento del suolo e delle risorse naturali ha giocato un ruolo determinante nella modificazione e trasformazione dell'ambiente naturale, con imponenti opere di dissodamento, bonifica, disboscamento, costruzione di corsi d'acqua, dando un volto nuovo al paesaggio: un volto che ha sempre mantenuto i lineamenti dell'umanità di coloro che l'avevano tracciato, garantendo, anche migliorando le condizioni della vita sociale: la sicurezza, la salute, la convivenza dei membri della comunità, garantendo la riproducibilità e la continuità nel tempo delle risorse della natura.

Proprio oggi che una società industriale e tecnologica, dimentica di tradizionali valori, stia mettendo a dura prova la sopravvivenza degli esseri viventi, compreso l'uomo, la riscoperta e la riaffermazione di eterni principi conservati dalla civiltà contadina appare un'opera culturale di non poco valore. In questa direzione si muove l'iniziativa della Fondazione Civiltà Bresciana, di costruire, in locali appositamente attrezzati, un archivio- biblioteca in cui raccogliere tutto quanto è stato scritto, documentato, conservato, della "cultura" contadina della provincia, non soltanto negli aspetti giuridico- economici, ma anche e soprattutto in quelli socio-ambientali, tecnico-scientifici e letterario-linguistici. Lavoro, questo, non certo facile né breve, che abbisogna dell'attiva collaborazione di un buon numero di persone, al fine del reperimento e acquisizione, riproduzione, catalogazione dell'enorme materiale cartaceo; indispensabile, inoltre, la sensibilità e la generosità di tutti i bresciani disposti ad offrire documenti familiari e scritti privati per lo sviluppo ed il successo dell'iniziativa.

L'attività del Centro di documentazione di storia agraria bresciana è rivolta innanzitutto a stimolare il maggior numero di persone, soprattutto giovani, alla conoscenza, allo studio, alla riflessione sulla storia dei nostri padri e alla loro vita, che sono essenzialmente storia e vita contadine. Questa conoscenza ha come fine ultimo la risposta di quei valori irrinunciabili a cui si sono ispirati i nostri avi, che hanno costituito la loro forte morale su cui si è fondato quel progresso di cui oggi noi rischiamo di distruggere i frutti. Al centro spetterà inoltre il compito di far conoscere e diffondere i risultati di studi, ricerche, lavori scientifici attraverso manifestazioni pubbliche, quali convegni, dibattiti, tavole rotonde, al fine non solo di approfondire ma di suscitare anche interesse per nuove tematiche e nuovi problemi.  


Premio ai migliori alunni maturati nelle Scuole di Agricoltura di Brescia
Fondazione Civiltà Bresciana in collaborazione con l'Ente "Nuova Orceania Srl" in occasione della Fiera di San Bartolomeo: Risparmiare la Terra, garantire Benessere


  Una grande iniziativa editoriale       Immagini
 

Il Paesaggio Agrario e l'Architettura Rurale della Provincia bresciana